fbpx

Come evitare un sito web fraudolento e acquistare in modo sicuro? Usa eCommerceSicuro

acquisti online sicuri con ecommersicuro

Come distinguere un sito web onesto da uno fraudolento, e quali sono i segnali cui prestare attenzione? Esiste un elenco di buone pratiche o consigli da seguire prima di fornire i dati personali a un sito? Cosa fare se ci si accorge di navigare in un portale potenzialmente a rischio? 

A queste ed altre domande vuole rispondere eCommerceSicuro, l’iniziativa firmata eShoppingAdvisor, nata per aiutare tutti i consumatori online ad acquistare sul web in modo sicuro e almeno consapevole. Se sei alla ricerca di uno strumento semplice, veloce ed efficiente per fare shopping in modo sicuro, eCommerceSicuro è il tool da usare ogni giorno: il compagno fedele che fiuta i rischi in anticipo e ti guida verso siti sicuri.

 

Come funziona eCommerceSicuro

eCommerceSicuro persegue tre scopi ormai fondamentali, considerate le dimensioni e la valenza dell’e-commerce in Italia:

  • Tutelare il consumatore online: l’attività legislativa delle istituzioni, seppur fondamentale, non basta per risolvere le nuove esigenze dettate dall’online. È necessario che l’utente acquisisca maggiore consapevolezza ogni volta che si trova a fare acquisti su Internet-
  • Dare visibilità agli e-Commerce onesti e affidabili: chi fa truffe online è un esperto dell’inganno. Per contrastare il crimine digitale, è importante attuare strategie comunicative efficaci che generino altrettanto traffico verso chi lo merita.
  • Promuovere le piccole e medie imprese: l’Italia è caratterizzata dalla presenza di piccole e medie imprese, il tessuto economico del Paese. Crediamo in un futuro nel quale i lavoratori onesti potranno raccogliere i frutti del proprio impegno: crediamo che i progetti eCommerceSicuro ed eShoppingAdvisor rappresentino passi determinanti in questo senso.

I parametri usati da eCommerceSicuro per verificare l’affidabilità di un sito

eShoppingAdvisor ha progettato un algoritmo che tiene conto di numerosi aspetti, per valutare la qualità di un sito web. Ogni volta che avrai un dubbio su un eCommerce e sull’onestà di chi lo gestisce, potrai usare eCommerceSicuro.

L’algoritmo si aggiornerà continuamente: impiegheremo un numero sempre maggiore e più qualificato di variabili per determinare il grado di affidabilità di un sito.
Al lancio del nostro tool, l’algoritmo si basa su alcun parametri fondamentali utili a generare un indice di trust.

 

  1. Presenza di dati di contatto chiari

Ogni eCommerce è tenuto a rispettare alcune regole, tra cui la pubblicazione di informazioni puntuali e dettagliate sulla propria attività online. In base al tipo di proprietà dell’eCommerce, dovrai trovare esposti sul sito web una serie di dati. 

Ad esempio, nel caso in cui l’eCommerce appartenesse a una Società, è fondamentale che sia riportato il tipo di società operante. Ma non solo, perché è necessario che siano presenti dati di contatto chiari sull’Azienda e chi se ne occupa. Qualora non fossero presenti, il nostro algoritmo valuterà negativamente l’eCommerce, e così dovresti fare tu, di conseguenza.

  1. Presenza di una Partita IVA

A proposito di informazioni da riportare nel sito web dell’eCommerce, la Partita IVA fa parte della lista di “dati obbligatori per legge” (NB per le aziende che hanno sede legale in Italia: questo obbligo non sussiste per le aziende estere e nei siti di società italiane appartenenti a gruppi multinazionali). Ogni volta che inserirai un eCommerce su eCommerceSicuro, il nostro algoritmo verifica la presenza della Partita IVA in homepage.

  1. Presenza del certificato SSL installato sul sito

Ecco spiegato in pochissime parole cosa è un certificato SSL e perché è importante che un sito web ce l’abbia: dall’inglese Secure Socket Layer, il certificato è un importante protocollo di tutela per gli utenti che viaggiano in rete. Senza entrare in tecnicismi, il protocollo cripta le informazioni che viaggiano in rete, dai dati anagrafici ai dati di pagamento.

  1. Presenza di codice malevolo o pericoloso

Se il titolo può sembrarti esagerato, sappi che, su alcuni siti web, è presente davvero del materiale malevolo e pericoloso: si parla di file indesiderati che possono, ad esempio, causare danni al tuo pc o compromettere i dati memorizzati sullo stesso.

  1. Presenza di recensioni di utenti reali

Sai già quanto noi di eShoppingAdvisor teniamo a cuore le recensioni online, quando sono oneste e trasparenti: si tratta, infatti, del modo più semplice per determinare l’autenticità e le buone intenzioni di un eCommerce. Per questo motivo, tra i parametri con cui l’algoritmo valuta un sito web, non poteva mancare la presenza di recensioni.

  1. Presenza di DNS (SPF e DMARC) utili a difendere da e-mail malevole

Controlliamo la presenza della corretta implementazione sul dominio di protocolli utili a verificare la paternità del dominio e riconoscere email malevole che si presentano come inviate per conto del dominio dell’eCommerce (spoofing).

  1. Presenza di dati strutturati e sitemap per i motori di ricerca

L’inserimento di dati strutturati nelle pagine prodotto del sito e la presenza di una sitemap sono elementi utili per l’indicizzazione e la visibilità del sito nei motori di ricerca.

 

rating di sicurezza

Gli strumenti per selezionare personalmente i siti web più affidabili per i tuoi acquisti online

In questa sezione troverai una serie di guide pensate appositamente per la consapevolezza dei consumatori online. 

Nonostante fare acquisti online è l’evoluzione dello shopping tradizionale, la sua semplicità non deve indurti in comportamenti superficiali: l’algoritmo di eCommerceSicuro nasce proprio per metterti tra le mani un potente strumento di valutazione degli eCommerce. Ora che conosci i primi parametri implementati, ecco alcuni consigli per imparare a muoverti nel web: molti di questi elementi sono già in fase di programmazione per essere inseriti all’interno dell’algoritmo di eCommerceSicuro. 

 

L’abito, a volte, fa il monaco: come giudicare un eCommerce dal sito web

L’abito non fa il monaco, non si giudica un libro dalla copertina… proverbi noti a tutti: nonostante ciò, talvolta, alcuni aspetti superficiali, come il sito web di un eCommerce, possono dirci molto sulla sua affidabilità. Immagina di trovarti di fronte a un sito web nel quale sono presenti proprio i prodotti di cui hai bisogno: il nome del prodotto è ciò che cerchi, e l’immagine è la rappresentazione perfetta dei tuoi desideri, il prezzo è ottimo.

Un primo segnale che dovrebbe metterti in allarme è proprio l’immagine del prodotto, qualora fosse irrealistica o onnipresente online: è comune utilizzare immagini “di repertorio”, ma assicurati che, dall’altra parte, ci sia veramente un prodotto in attesa di essere acquistato. Ancora meglio se, oltre all’immagine, fosse presente una scheda tecnica del prodotto ricca di informazioni utili per decidere sull’acquisto.

Come commentare quegli eCommerce che non scrivono regole di reso e restituzione chiare, lasciandoti “in balia degli eventi”? Assicurati sempre di leggere queste informazioni, potrebbero esserti utili e, in generale, sono un segno di onestà dell’eCommerce.

Lo stesso discorso vale per Privacy Policy e GDPR che, oltre a dimostrare trasparenza, sono obbligatori da leggi nazionali e internazionali.

In generale, maggiori i dettagli a tua disposizione, minore il rischio di brutte sorprese una volta arrivata la merce. Se vuoi scoprire di più sull’argomento, non dimenticarti di leggere l’articolo “Come giudicare un eCommerce solo dal sito web”.

 

Paga basandoti su metodi affidabili: ecco come scegliere

Su qualsiasi eCommerce ti trovi, prima o poi, arriverà il momento di pagare la merce acquistata online: c’è chi paga in contrassegno, chi inserendo i dati della propria carta, chi utilizza soluzioni alternative (come PayPal, o Stripe), ecc.

Se il contrassegno è la soluzione più sicura, considera il sovrapprezzo alle spese di spedizione e i tempi per il recesso: potresti pagare molto di più e attendere periodi interminabili, solo perché sei troppo attaccato a una soluzione, ormai, superata. 

Tra le soluzioni più efficaci c’è sicuramente PayPal, sistema di pagamenti sicuro, collegabile a conti bancari, prepagate e carte di credito. Il vero grande vantaggio di PayPal che, in caso di truffa o mancata consegna, PayPal è dalla parte del Cliente: aprire una contestazione è facilissimo, e richiedere il rimborso è possibile fino a 180 giorni dal pagamento stesso.

Un’altra soluzione valida all’acquisto online è la carta prepagata, che ti protegge da clonazioni, phishing, ecc. Non è collegata al conto corrente, ammette un limite di e riduce drasticamente il danno in caso di truffa.

Per maggiori informazioni sui metodi di pagamento sicuri, approfondisci su “Pagare on line in tutta sicurezza: quali opzioni scegliere”.

 

Troppo bello per essere vero: gli annunci scritti dai truffatori

Cadere in trappola di un sito web truffaldino è più facile di quanto immagini, quindi non sottovalutare il pericolo: spesso, a trarti in inganno, sono annunci pubblicitari che ti raccontano una storia “troppo bella per essere vera”. 

Un esempio sono quelle offerte o promozioni incredibili, come gli “ultimi pezzi” a costi simbolici di un euro: queste situazioni dovrebbero metterti in allarme, facendoti chiedere per quale motivo un eShop dovrebbe svendere i propri prodotti.

Spesso, trovi questo tipo di annunci su Facebook o Instagram, pubblicati con un duplice (e malevolo) scopo:

  • prendere i soldi dell’acquisto e sparire per sempre;
  • acquisire i dati della tua carta, o ottenere i tuoi dati e rivenderli.

Un altro segno di una possibile truffa è una inserzione scritta in un italiano poco corretto: spesso, le uniche parole corrette sono quelle relative al prodotto, copiate e incollate da un annuncio autentico. Attraverso chiavi di ricerca pertinenti, questi annunci ti attirano, perché sembrano vendere proprio ciò che stai cercando: evita questi siti web come la peste o, nel dubbio, richiedi maggiori informazioni online sul sito in questione.

In questo articolo puoi leggere alcuni metodi per riconoscere una possibile truffa online dagli annunci.

 

Ulteriori strumenti di valutazione: le regole di reso o restituzione

Cosa fare se hai appurato di trovarti davanti a un sito web truffa: i semplici step

Ammettiamo che, una volta scoperti i cinque consigli per riconoscere un eCommerce truffaldino, abbia la certezza di averne uno davanti. Ancora peggio, potresti accorgertene solo dopo aver effettuato un acquisto, quando ormai sembra essere troppo tardi per rimediare. Il primo consiglio, che sembra banale ma non lo è, è quello di segnalare tutto alla Polizia Postale: raccogli tutte le informazioni a tua disposizione, e comunicale tempestivamente, anche, eventualmente, attraverso una denuncia.

Come secondo step, ti consigliamo di contattare la tua banca, e di farlo al più presto: bloccare la carta con cui hai effettuato l’acquisto disarmerà qualsiasi tipo di attacco ai tuoi danni.

Infine, aiuta gli altri utenti ad evitare i tuoi errori, recensendo l’eCommerce e puntando il dito contro i truffatori.

 

Articoli correlati

Scrivi un commento