fbpx

Guida al consumatore consapevole: 5 consigli per acquistare online

consumatore consapevole

Anche spinto da un 2020 dilaniato dai continui lockdown, il settore del commercio online è cresciuto in maniera esponenziale. Secondo alcune stime, la spesa media per utente online nel 2020 è stata di circa 670€. Anche quando l’acquisto è finalizzato offline, comunque, per l’88% della popolazione italiana il web ha un ruolo nel processo decisionale. Di fronte a numeri così alti, c’è da chiedersi quale siano le conseguenze sul tessuto sociale di tali cambiamenti. Nella tua quotidianità, ti sarai sicuramente accorto del ruolo che il digitale ha assunto, nel giro di pochi anni: sono sempre meno quegli acquisti che siamo “costretti” a concludere offline, mentre crescono la digitalizzazione e il peso degli eshop. 

In questa guida, abbiamo proposto cinque consigli per acquistare online con consapevolezza e giudizio. Al di là del rischio di truffe online, di cui su eShoppingAdvisor abbiamo parlato spesso, altri aspetti vanno presi in considerazione. Nuove abitudini come quella dell’acquisto online, infatti, determinano condizioni diverse, che ci spingono spesso a decisioni inconsapevoli.

 

I bias cognitivi

Pensa al modo in cui i bias cognitivi (interpretazioni soggettive della realtà) influenzano il nostro processo decisionale: ad esempio, siamo portati a spendere con più facilità se utilizziamo una carta di credito piuttosto che denaro cash.

Un altro aspetto riguarda il principio di urgenza, come raccontato dallo psicologo sociale Robert Cialdini: data una scadenza all’offerta del giorno, o un limitato numero di prodotti, siamo invogliati ad acquistare più in fretta. Temiamo, infatti, che l’offerta o il prodotto vadano perduti per sempre, e che rimaniamo fuori dalla “fantastica opportunità proposta”.

Conoscere questi meccanismi significa, in una certa misura, riuscire a controllarli, così da non esserne vittime impotenti. Ecco, quindi, i cinque consigli per acquistare online che ti trasformeranno nel più saggio consumatore del web.

 

I 5 consigli per acquistare online

1. Informati sui dettagli dei prodotti

L’utente medio si affida al titolo del prodotto, trascorrendo pochi secondi sul sito prima di decidere se acquistarlo o meno. Ancor più che dal titolo, siamo influenzati dall’immagine presentata sulla piattaforma; se sembra rispecchiare ciò che cerchiamo, allora acquistiamo. Consapevoli dell’effetto di questi due elementi, titolo e immagine, molti venditori ne accentuano la spettacolarità, così da aumentare le vendite. 

Soltanto perché un’immagine sembra carina, però, non significa che il prodotto che stai per acquistare lo sia.

Al contrario, si tende a dare poca rilevanza alla descrizione del prodotto, ai dettagli e alle specifiche tecniche. È proprio qui, però, che, anche grazie alle autorità del settore, chi vende è obbligato a dare informazioni specifiche sul prodotto. Prendersi cinque minuti in più per assicurarsi che ciò che stiamo acquistando sia ciò che effettivamente desideriamo, può fare la differenza.

 

2. Non condividere i tuoi dati personali

Numerosi siti web si fingono brand famosi, o rivenditori di brand di tutto rispetto, per ottenere informazioni personali degli utenti. Nel migliore dei casi, vendono i dati raccolti ad aziende terze, che ti riempiranno di pubblicità, spam e richieste improponibili. Nel peggiore, invece, una volta raccolti dati sensibili come quelli della carta di credito, li utilizzeranno per truffarti.

Per questo motivo, sii sempre cauto quando ti viene chiesto di inserire determinati dati all’interno di un form online. Un piccolo consiglio ulteriore riguardante la sicurezza online riguarda la differenza tra i protocolli http e https. Quando visiti un sito web noterai, nella barra dell’indirizzo (URL), due possibili gruppi di lettere, appunto http o https. Nel primo caso, sappi che questo sito non offrirà una protezione dei tuoi dati durante la navigazione al suo interno. Se dovessi trovarti su un sito con protocollo http, evita in ogni modo di inserire informazioni personali o dati della carta.

 

3. Usa la regola delle 24 ore (prima di acquistare online)

La regola che ti proponiamo in questo paragrafo riguarda il metodo infallibile per contrastare il principio di urgenza. Come ti abbiamo già raccontato più su nell’articolo, infatti, esiste un meccanismo psicologico che ci spinge ad acquistare d’impulso.

Quando un’offerta è limitata, o un prodotto è soggetto a scarsità, iniziamo, anche inconsciamente, a chiederci se riusciremo ad ottenerlo. La prospettiva di perderci quest’opportunità (anche quando di opportunità reale non si tratta), ci spinge a prendere decisioni avventate.

Un metodo semplice per contrastare questo effetto è quello di utilizzare la regola delle 24 ore. Concedendoti un’intera giornata prima di acquistare, potrai prenderti tutto il tempo per riflettere sulla reale utilità di quel prodotto. La maggior parte delle offerte limitate, poi, non è tale, ma costituisce un maldestro metodo per sfruttare il principio della scarsità.

Un esempio che fa sorridere è quello di un noto brand che, in tv, propone settimanalmente un’offerta che scadrà “domenica prossima”. 

 

4. Controlla le spese di spedizione

Un’altra prova di quanta attenzione sia necessaria quando si fanno acquisti sul web viene dalle spese di spedizione. Innanzitutto, assicurati dei tempi promessi riguardo l’arrivo del prodotto; per risparmiare pochi euro, potresti perdere settimane alla ricerca del pacco perduto.

Inoltre, evita la trappola del framing, un ulteriore bias cognitivo che rischia di condizionare a tua insaputa le decisioni che prendi. L’effetto framing ci fa prendere decisioni diverse in base al modo in cui le informazioni ci sono presentate.

L’esempio relativo alle spese di spedizione chiarifica perfettamente questo bias, dimostrandoti come potrebbe condurti alla scelta peggiore. Pensa a un sito web che offre, incondizionatamente dal prezzo o dal genere di prodotto venduto, spedizione gratuita. Al contrario, molti eCommerce ti richiederanno una fee per rientrare dei costi di spedizione; senza pensarci, probabilmente, sceglieresti il primo eshop.

Eppure, molti siti web utilizzano questo ragionamento per aumentare i prezzi, inserendo il costo di spedizione nel prezzo del prodotto. Se non fai attenzione al quadro generale, potresti scegliere di acquistare lo stesso prodotto a un prezzo maggiore.

 

5. Nel dubbio, leggi più recensioni che puoi

Giunti al quinto punto della guida al consumo consapevole, vogliamo concentrarci su ciò che abbiamo particolarmente a cuore. A supporto di tutti i consigli che trovi in questo articolo, utilizza sempre le recensioni degli altri.

Valuta, ovviamente, la veridicità di ciò che stai leggendo, anche affidandoti a piattaforme (come eShoppingAdvisor) che permettano di pubblicare recensioni certificate. Se la piattaforma lo permette, poni domande a chi ha già acquistato quel prodotto, prendendoti tutto il tempo necessario per decidere.

Articoli correlati

Scrivi un commento